Santo Natale 2019

psicologa varese
Argomenti passepartout per Natale e altre occasioni
16 Dicembre 2019
psicologa varese
Fine anno, bilanci parliamo di lavoro
30 Dicembre 2019

Santo Natale 2019

psicologa varese

E in questo giorno di vigilia di Natale voglio pubblicare un testo che mi piace moltissimo:

“L’invito di Oriah Mountain Dreamer”, anziano nativo americano.

Non mi interessa che lavoro fai.

Voglio sapere per che cosa soffri,

e se osi sognare di soddisfare l’anelito del tuo cuore.

Non mi interessa quanti anni hai.

Voglio sapere se, a costo di renderti ridicolo, correrai

il rischio di inseguire l’amore, i sogni, l’avventura di essere vivo.

Non mi interessa quanti pianeti hai nel tuo segno zodiacale.

Voglio sapere se hai toccato il centro del tuo dolore,

se ti sei aperto, davanti al tradimento della vita,

o se ti sei ripiegato su te stesso e ti sei chiuso

per paura di soffrire ancora!

Voglio sapere se riesci a convivere con il dolore,

il mio o il tuo, senza muovere un dito per nasconderlo

attenuarlo o alterarlo. Voglio sapere se puoi

vivere con la gioia, che sia la mia o la tua:

e puoi danzare con la pazzia e

lasciare che l’estasi ti riempia fino alla punta delle

dita senza ammonirci di stare attenti, di essere

realistici ne rammentarci i limiti di noi, esseri umani.

Non mi interessa se la storia che racconti è vera.

Voglio sapere se riesci a deludere un altro per essere

fedele a te stesso;

se tu puoi sopportare l’accusa di tradimento senza

tradire la tua anima.

Voglio sapere se sai essere fedele e quindi affidabile.

Voglio sapere se riesci a vedere la bellezza anche

se non è bella da vedere ogni giorno, e se puoi

trarre vitalità dalla presenza di Dio. Voglio sapere se

puoi convivere con il fallimento, il tuo e il mio, e,

in piedi sulla sponda di un lago

continuare a gridare all’argentea luna:”Si!”

Non mi interessa dove vivi o quanti soldi hai.

Voglio sapere se, dopo una notte di angoscia e

disperazione, riesci ad alzarti esausto, con

il dolore nelle ossa, e fare il tuo dovere per i figli.

Non mi interessa chi sei, come sei arrivato qui.

Voglio sapere se resterai con me in mezzo al fuoco

senza tirarti indietro.

Non mi interessa dove o che cosa o con chi hai studiato.

Voglio sapere che cosa ti sostiene dentro, quando tutto il resto crolla.

voglio sapere se stai solo con te stesso; e se ti

piace davvero la compagnia che tieni a te stesso nei momenti vuoti.

 

TANTI AUGURI A TUTTI!!

Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.