CON CHI VAI IN VACANZA? Se non hai problemi di solitudine…

sei solo? alcuni consigli per le vacanze
Sei solo?
 Alcuni consigli per le tue vacanze
24 Agosto 2019
Nudo emotivo
Il nudo emotivo, un’esperienza psichica da provare
26 Agosto 2019

CON CHI VAI IN VACANZA? Se non hai problemi di solitudine…

VACANZE DI COPPIA?

Riscoprire momenti insieme, di complicità e relax
• Approfitta delle vacanze per romanticismo ed erotismo. Fate cose diverse rispetto a quelle che fate di solito a casa, ma che sapete piacere ad entrambi.
• Non fate diventare anche la vacanza (il pre, il durante e il post) motivo di discussione:
eh che cavolo quanta roba ti porti, e siamo in ritardo per l’aereo come sempre per colpa tua, e stai sempre al sole e in spiaggia, e dormi tutto il giorno, e non facciamo le escursioni, e non partecipi alla vita del villaggio, e non mi aiuti a riordinare le valigie, e ho tre lavatrici da fare, e certo tu sei sempre in vacanza… e potremmo proseguire per ore.
• Le persone non si cambiano, almeno non certi tratti tipici del carattere, per cui IMPARIAMO A SORRIDERE DI DIFETTI DEL PARTNER (ma questo sempre, tutto l’anno), a trovarli amorevoli e prenderci un po’ in giro reciprocamente, ma senza discutere e soprattutto…no ai musi (sempre, ma specie in ferie) e no ai ricatti (se non mi porti in crociera, non si fa sesso…)

IN FAMIGLIA?

Parola d’ordine, “io”
• Impara a LASCIARE UN PO’ I FIGLI agli altri (se sei in un villaggio molla il controllo e usufruisci dei baby club) e goditi un po’ di vita di coppia, per quanto possibile
• PENSA UN PO’ A TE, non solo ai figli e al partner
• Se ti occupi sempre tu di casa e figli PRETENDI in vacanza di non cucinare, lavare, pulire, e lascia che sia il partner a badare di più ai bambini.

CON AMICI?

Pochi ma buoni
Secondo me le vacanze con più di 2/3 amici sono le più difficoltose/rischiose…oltre che SECONDO IL MIO PARERE il folto gruppo è ammissibile solo se sei sotto i venti anni (ma questo è solo il mio parere).
• Cerca di andare con GENTE CHE GIÀ CONOSCI, almeno per dividere la barca o l’hotel o la casa, perché se non conosci almeno un po’ le abitudini di chi è con te RISCHI SPIACEVOLI SORPRESE (tipo l’amico/a si svegliano a mezzogiorno, tu vuoi andare in spiaggia alle otto e quindi sei sempre solo; lui/lei adorano la vita del villaggio, tu vorresti scappare.
• Sii FLESSIBILE…flessibilità se sei con un gruppo di amici deve essere la parola d’ordine oppure passerai le vacanze arrabbiato, a lamentarti, e potresti rompere amicizie anche solide
• Non dire che ti va sempre tutto bene quello che decidono gli altri per poi sparlare alle spalle e tenere musi a tutto il gruppo; NON FARE GRUPPETTI (fanno tanto scuole medie); non andare in vacanza con più di un amico se sei una persona asociale, non flessibile, sociopatica.

COPPIE CON COPPIE

Solo se ci si conosce e si va tutti d’accordo

Un discorso a parte lo meritano le VACANZE A COPPIE (due, tre…più di tre ommioddio!!)
Beh qui io la vedo molto dura, non so se meglio o peggio del folto gruppo di amici over venti anni.
Devi essere certo che le COPPIE siano COLLAUDATE, dovete aver già fatto cose insieme, conoscere bene i membri delle altre coppie, armarvi di pazienza…ed essendo donna e conoscendo le donne…pregare che le DONNE VADANO D’ACCORDO tra loro. Se ci si conosce e si va tutti d’accordo e piacciono fare le stesse cose o comunque nessuno si offende se ogni tanto le coppie si dividono, allora siete a cavallo…ALTRIMENTI RISCHIATE di perdere amici e fidanzati…e…OCCHIO a non fare gli occhi dolci alla fidanzata del vostro amico…perché…le vacanze sono una cosa, gli scambi di coppia sono altro e se volete ne parliamo in un altro post 😉
La cosa che però mi viene da dire, qualsiasi tipo di vacanze voi desideriate fare, qualsiasi esperienza andrete a sperimentare, soli o in compagnia, con l’amante, la moglie, l’amico è di PORTARVI A CASA UN PO’ DI QUELLO CHE SIETE QUANDO SIETE IN FERIE… non parlo di souvenirs eh…anzi sin da piccola mia madre mi ha insegnato a non portarne mai a casa (bandite statuine della torre di Pisa, a casa mia vigevano sobrietà, minimalismo ed ordine soprattutto), parlo della capacità di sorridere, di lasciarsi andare, di vivere tutto in modo più rilassato e soprattutto…con la consapevolezza che SIA TUTTO RELATIVO e la vita sia troppo breve per non avere la TESTA SEMPRE UN PO’ IN VACANZA anche durante il resto dell’anno!!!

 

Scrivimi: nei miei articoli, in modo anonimo, coglierò spunti anche da chi si vorrà confrontare e m’invierà delle considerazioni per e mail.
Grazie Cristina.

Vuoi venire a trovarmi?
consulta il mio sito e contattami, a presto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.