Relazioni e sessualità in Vacanza

Psicologia dell'attaccamento
Psicologia dell’attaccamento
25 Luglio 2019
la resilienza
La resilienza
22 Agosto 2019

E dopo il tema organizzazione delle vacanze, che siate soli, in coppia o con amici, alla fine una delle cose che di solito più interessi in vacanza sono le relazioni…sarà che gli ormoni sono un po’ più attivi, complici anche i maggiori centimetri di pelle scoperta che si vedono in giro, sarà che c’è più tempo, si è più liberi con la testa, fatto sta che le ferie sono da sempre e per tutti un momento in cui viversi flirt, avventure, storie di sesso o anche semplicemente cambiare un pochino le abitudini di coppia in ambito sessuale/relazionale, ritagliandosi più tempo per l’intimità o osando qualcosa di diverso.

SEI SOLO?
Potete spaziare tra restare soli e godere a pieno della vostra libertà, organizzando le vostre vacanze come meglio credete, senza dover rendere conto a nessuno, vivendovi relazioni occasionali, approfondendo le conoscenze che già avete o approfittando della sospensione dal lavoro per dedicarvi totalmente alla relazione più importante, cioè quella con voi stessi.
Potete anche approfittare delle vacanze per conoscere invece persone nuove, con le quali se volete potete instaurare una relazione sessuale, o semplicemente godere della sua compagnia per organizzare cose insieme e condividere le esperienze.

SEI IN COPPIA?
Come detto sopra, puoi approfittare delle vacanze per mettere da parte tutti i dissapori e cercare di rilassarti con il tuo partner, cercando di essere più comprensivo, flessibile, lasciando magari correre quelle piccolezze a cui ci si attacca sempre e che poi diventano inevitabilmente motivo di discussione, cercando anche di essere più aperti e disponibili al dialogo, senza pregiudizi, prevenzioni e scatti d’ira pronti a esplodere.
Quando dico flessibilità e disponibilità, parlo anche di sessualità e della possibilità in vacanza di dirsi qualche sì in più, di essere un po’ più accondiscendenti e magari curati nell’aspetto…osando magari quei capi di abbigliamento che nella vita di tutti i giorni non porteremmo e che sappiamo piacere al compagno/a.

Per contro a volte prima delle vacanze le coppie “scoppiano”, o spesso subito dopo.
Cerchiamo di capire il perché:
• il/la partner vuole essere libero, godersi a pieno le ferie senza avere vincoli, facilmente ciò accade nelle coppie poco solide, o frequentazioni in cui non si è propriamente una coppia, a volte può esserci di mezzo un’altra persona
• non ci si accorda sulla destinazione/organizzazione, magari si è coppia da poco tempo e al primo ostacolo è facile saltare
• è l’ennesimo motivo di litigio, forse le cose stanno andando male da un po’ e le vacanze sono solo uno dei tanti argomenti per cui attaccarsi e diventano motivo per chiudere, proprio prima della partenza o senza riuscire nemmeno ad organizzare.
Per evitare che l’argomento vacanze diventi l’ennesimo motivo di scontro, cerchiamo di mediare un pochino tra i nostri desideri e quelli dell’altra persona, ricordandoci che se a volte si fa un passo indietro per salvaguardare la tranquillità della coppia, succede nulla, non ne va del nostro orgoglio, anzi lasciare il timone all’altro aiuta a rilassarci (se non abbiamo noi tutto sotto controllo o lasciamo un po’ correre su certe cose, succederà nulla di grave).
Se le coppie saltano dopo/durante le vacanze:
• spesso c’è di mezzo un’altra persona, magari conosciuta durante le ferie
• le vacanze sono state un disastro, magari erano le prime, si è una coppia fresca e la convivenza h 24 non ha retto, si scopre di essere diversi, avere interessi differenti, caratteri che non collimano, bioritmi non in sincronia…insomma non basta piacersi fisicamente e fare magari del buon sesso per proseguire
• c’erano già dei problemi con cui si combatte da tempo, si sono fatte le vacanze perché nessuno voleva rinunciarci, magari sono andate così così, ma la vicinanza h24 ha accentuato i motivi di scontro, o comunque non risolto le conflittualità in essere, e al ritorno si decide di chiudere.

D’altra parte il fatto che le vacanze siano andate perfettamente, non è detto sia indice di una coppia idilliaca e in perfetta sincronia…semplicemente le vacanze sono andate bene.

Per quanto riguarda l’aspetto sessuale delle coppie in ferie, beh ovviamente tutto dipende dall’andamento della coppia nel resto dell’anno. Se le cose vanno male, in vacanza possono magari leggermente migliorare, ma non può accadere il miracolo, e comunque se anche accadesse non fa molto testo…
In vacanza come dicevo all’inizio spesso ci si lascia più andare, ma esattamente cosa cercano un uomo ed una donna in questa occasione? Cosa possono fare per migliorare la relazione di coppia?

LE DONNE:
• spesso in vacanza curano di più il loro aspetto, complice l’avere più tempo per se stesse, l’abbronzatura e il relax che fanno sentire tutte più belle e sicure di sé, a volte cercano qualche complimento in più, un po’ di corteggiamento, qualche piccola attenzione che di solito non c’è perché si è tutti di fretta e si fa caso a nulla
• a volte in vacanza le singles sono “più disponibili”… sessualmente parlando, forse perché è più semplice lasciarsi andare con gli sconosciuti, in posti dove non si hanno ruoli, etichette, dove nessuno sa chi siamo e cosa facciamo…o magari perché si è con le amiche, senza i figli e quindi tutto diventa più facile.
• Anche chi è in coppia beneficia del clima leggero delle ferie che rende tutto più più semplice e coinvolgente; si può sfruttare il momento di relax per essere più attente alle richieste del partner, cercando di andare un pochino oltre la solita routine e sorprendendolo magari con qualcosa di nuovo, nell’abbigliamento, negli atteggiamenti o nell’intimità
• E sì, sfatiamo il mito che le donne vogliano solo relazioni impegnative, perché sì, anche loro, possono essere alla ricerca di una semplice avventura.

GLI UOMINI:
• in vacanza sono spesso a “caccia di prede”, e lo sanno tutti, magari il tutto può essere condito da un’atmosfera piacevole, anche a tratti romantica, che non faccia sentire la partner (anche se si tratta solo di un flirt estivo) a disagio o solo oggetto di conquista…e poi non escludiamo la possibilità che una avventura possa andare oltre ogni aspettative, cerchiamo di non essere così rigidi e poco flessibili
• chi è accoppiato invece, potrebbe essere un pochino più attento alle compagna, proprio perché c’è più tempo, non c’è la solita scusa del lavoro, dello stress, dei pensieri. Queste maggiori attenzioni verso la partner potrebbero portare a dei buoni frutti, magari una maggiore complicità sessuale ed un miglioramento generale nella relazione, vale anche per loro il consiglio di sorprendere la compagna con qualcosa di insolito
• rispetto, educazione, senso della misura dovrebbero regnare sempre sovrani in ogni forma di relazione, sia quelle di sempre che quelle occasionali. Per la donna il rapporto sessuale è più invasivo, rispetto a come lo viva un uomo (proprio a livello fisico), non lo si dovrebbe scordare mai; evitiamo di dare tutto per scontato e se possibile cerchiamo di non essere troppo superficiali rispetto alla delicatezza e alle forme di gentilezza fisiche e verbali che non vengono mai a noia.

Ricordiamoci inoltre a tutti, cosa mai scontata e sempre di vitale importanza, che la protezione mediante l’uso del preservativo, soprattutto nelle relazioni occasionali, è sempre importantissima.

Scrivimi: nei miei articoli, in modo anonimo, coglierò spunti anche da chi si vorrà confrontare e m’invierà delle considerazioni per e mail.


Vuoi venire a trovarmi?
consulta il mio sito e contattami, a presto

Cristina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.