Fine anno, bilanci parliamo di lavoro

psicologa varese
Santo Natale 2019
24 Dicembre 2019
psicologa varese
Il 2019 e la vita privata, come è andata e come migliorare.
6 Gennaio 2020

Fine anno, bilanci parliamo di lavoro

psicologa varese

Eccoci giunti alla fine del 2019, come è andata??!!

Vale la pena fare dei bilanci?

Credo che sia utile per tutti noi tirare un pochino le somme, se non altro per capire in che direzione muoverci nel 2020 e riflettere sulle cose in cui riteniamo di aver commesso degli errori, come riflessione per poter correggere il tiro.

Partirei dal LAVORO:

cominciamo da qui: è andato tutto liscio?… nel senso il lavoro lo abbiamo ancora? perché di questi tempi c’è da riflettere soprattutto su questa cosa… .

Se il lavoro per qualsiasi motivo non lo abbiamo più:

  • comincerei a fare un piano per programmare bene la ricerca, capire se ci può essere utile fare qualche corso di aggiornamento, informarci per vedere cosa viene proposto ai disoccupati a livello di formazione ed indennità economiche (la Regione organizza corsi gratuiti per chi è senza lavoro)

  • è importante cercare di comprendere esattamente cosa vogliamo fare, che lavoro cercare, ponendoci obiettivi chiari e davvero realizzabili in funzione delle nostre esigenze economiche, delle possibilità che offre la realtà in cui viviamo, delle nostre capacità professionali

  • siate sinceri nel valutare le vostre abilità (inutile mettere in un curriculum che sapete parlare bene una lingua se poi nella realtà non è così), ne guadagnerete in autostima durante i colloqui ed eviterete di perdere tempo voi e chi seleziona il personale. Fatevi aiutare da qualcuno se avete problemi ad aggiornare il vostro curriculum vitae.

Se con l’anno nuovo è nostra intenzione cambiare lavoro:

  • facciamo una attenta analisi di cosa sappiamo fare, in cosa possiamo migliorarci e cosa non fa proprio per noi. Questo ci aiuterà a non procedere senza meta

  • aggiorniamoci, aggiorniamoci e aggiorniamoci ancora. I tempi sono cambiati, le competenze richieste anche, dobbiamo formarci ed acquisire nuove capacità, senza paura!

  • rimbocchiamoci le maniche, i momenti non sono dei migliori, la concorrenza è tanta, dobbiamo offrire qualcosa che altri non hanno, e dobbiamo essere noi per primi a credere in quello che proponiamo.

Se vuoi migliorare la tua posizione nel posto di lavoro attuale:

  • cerca di capire di cosa ha bisogno l’azienda per cui lavori, parla con i responsabili e focalizzati sulla motivazione per cui ritieni di essere proprio tu la persona che può occupare il posto a cui miri

  • valorizzati, metti in luce i tuoi punti di forza (sono bravo a …ho portato questo risultato in azienda…) e spiega come intendi migliorarti negli aspetti in cui hai delle debolezze

  • aggiornati, mostrati interessato ai problemi aziendali, fai proposte per portare dei miglioramenti.                                                                                  Valuta bene di poter poter essere in grado di sostenere magari un carico di lavoro maggiore, essere sottoposto a momenti di stress, guidare gli altri e motivarli verso l’obiettivo che ti è stato indicato.

Credo che chiunque lavori come dipendete sappia che solitamente a fine anno il datore di lavoro tiri un po’ le somme. Se ci vengono fatte delle osservazioni, richiesti dei cambiamenti non prendiamola troppo sul personale, non è un attacco diretto a noi, ma a noi in quanto parte di un gruppo, di un contesto, di una realtà che mira a dei risultati economici.

Cerchiamo di capire se quanto richiestoci è nelle nostre possibilità, se possiamo fare concretamente qualcosa per andare incontro alle esigenze del datore di lavoro.

Per quanto concerne i rapporti con i colleghi, non è sempre facile; cerchiamo di essere collaborativi (si lavora tutti per lo stesso scopo) e professionali, del resto non sono amici e non devono esserlo per forza, ma con un minimo di ragionevolezza, educazione e flessibilità spesso si possono superare ostacoli che a prima vista sembrano insormontabili. Pensiamo bene anche alle nostre reazioni, non è sempre colpa dell’altro se i rapporti non sono dei migliori.

A te come è andato il 2019 in ambito lavorativo? Ti ritieni soddisfatto, in cosa pensi di poter migliorare e che obiettivi ti proponi per il 2020?

Nei prossimi giorni parlerò dei bilanci di fine anno nella vita privata…A presto!

Se volete potete lasciare un commento all’articolo, o contattarmi per un incontro, sarò lieta di ascoltarvi.

Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.